closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Rubriche

Sulla filastrocca dei contrari o degli opposti

I bambini ci parlano. La rubrica a cura di Giuseppe Caliceti

Avete capito cosa sono gli opposti? «Sì, come i contrari». «sono la diversità: per esempio, tu puoi essere grasso o magro». «Però puoi essere anche a metà». «No, no, è il contrario. Non è la metà». «Per esempio, se io dico pesante, che il mio zaino è molto pesante, perché ci sono molti quaderni e molto libri vuoti, il contrario… Il contrario è pieno, che il mio zaino è pieno». «No, ti sbagli, il contrario di pesante è leggero». «Ah, è vero, il contrario è leggero, che il mio zaino non è pesante, è leggero». «Perché poi sono così tutte...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi