closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Sulla Croisette con suspense, aspettando le elezioni

Cinema. La selezione del festival di Cannes numero 70 tra opere prime e nomi abituali. Apertura con «Les Fantomes d’Ismael» di Arnaud Desplechin, nessun film italiano in concorso

Thierry Frémaux in apertura della conferenza stampa festivaliera più attesa al mondo ha ammesso che mai come stavolta la selezione è stata difficile e molte decisioni sono state prese all’ultimo. Settant’anni è un anniversario non da poco, e poi, diciamolo, nonostante le critiche, le sopracciglie alzate, i mugugnii, le file e le sale inadeguate al numero degli accreditati il festival di Cannes continua a essere l’appuntamento più ambito per il cinema mondiale nonostante le grosse produzioni, quelle americane in testa, abbiano abbandonato la Croisette da tempo come in genere i festival europei: altri problemi, altre priorità. Settant'anni dunque, la cifra...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi