closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Sul taglio delle tasse alla casa Bankitalia ha un dubbio

Def. E se le famiglie beneficiate non spendessero i risparmi per finanziare l'aumento dei consumi auspicato da Renzi e Padoan? Per Via Nazionale è più importante il taglio delle tasse sul lavoro che il governo prevede solo nel 2018. Se si vuole un impatto più diretto bisogna rovesciare il cronoprogramma di Palazzo Chigi

Anche Bankitalia avanza dubbi sul taglio delle tasse sulla prima casa annunciato dal governo Renzi. La revisione dei criteri sarebbe la quinta in sette anni e potrebbe «indurre le famiglie a non reputare lo sgravio ora programmato come permanente». Lo ha detto ieri il vice direttore generale di Bankitalia, Luigi Signorini, nel corso delle audizioni delle commissioni Bilancio di Camera e Senato, sulla nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza. Per produrre un effetto reale sulla crescita per Via Nazionale è necessario il taglio del costo del lavoro. La misura è in realtà prevista dal governo nel 2018...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.