closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Sul Sahara Occidentale un Trump «scioccante»

Il riconoscimento della sovranità del Marocco in cambio della normalizzazione dei rapporti con Israele provoca rabbia e indignazione. Per il governo della Repubblica Araba Saharawi Democratica è un «ulteriore ostacolo» sulla strada della pace. Dura l'Unione africana

Donne saharawi e forse di sicurezza marocchine a Laayoune

Donne saharawi e forse di sicurezza marocchine a Laayoune

«Il Marocco ha riconosciuto gli Stati uniti nel 1777. È quindi necessario riconoscere la sua sovranità sul Sahara occidentale», ha twittato lo scorso giovedì Donald Trump, aggiungendo di aver firmato un proclama che «riconosce la proposta del Marocco sull’autonomia di quei territori come l'unica base per una soluzione giusta e duratura per una pace». Un riconoscimento concesso al regno del Marocco, in cambio della normalizzazione da parte di Rabat delle sue  relazioni con lo stato di Israele all’interno dell’Accordo di Abramo che ha già visto l’adesione da parte del Bahrein e degli Emirati Arabi Uniti, anche se il ministro degli...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi