closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Sul red carpet a Gaza non star ma senza casa

Palestina. Il lungo tappeto rosso, ripreso da un drone, disteso tra le macerie di Shujayea

Il lungo tappeto di colore rosso, simbolo di ogni festival del cinema che si rispetti, che era stato steso lungo una delle poche strade di Shujayea liberate dalle macerie, è stato riavvolto ieri sera, a chiusura del Karama-Gaza Human Rights Film Festival (Red Carpet), che quest’anno si è svolto anche a Gaza oltre che nella sua sede ufficiale di Amman. Su quel tappeto rosso, ripreso mentre veniva disteso anche dall’alto da un drone, finalmente civile e non armato come di solito nella Striscia alla ricerca di prede da colpire ed eliminare, non si sono alternate stelle del cinema tra flash...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.