closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Sul portale della Lombardia l’odissea degli ottantenni

Vaccini. Via alle prenotazioni, ma la macchina s’ingolfa. I social esplodono contro la Regione. «Ma non è un click day» si giustifica il presidente Fontana. Problemi anche per la registrazione dei disabili. Il 18 si partirà con le somministrazioni, con poche certezze

Guido Bertolaso, Attilio Fontana e Letizia Moratti

Guido Bertolaso, Attilio Fontana e Letizia Moratti

Alle 12.45 di ieri, un quarto d’ora prima del debutto ufficiale del portale di Regione Lombardia dedicato alla prenotazione del vaccino anti-Covid per gli ultra 80enni, ci sono circa 17mila persone in coda. Tutte pronte ad accedere per dare la propria adesione. Un’ora dopo, di persone in coda ce ne sono oltre 110mila. Tempo di attesa stimato per essere ammessi alla prima selezione: 45 minuti. Al termine di quei tre quarti d’ora la situazione non si sblocca: «Stiamo ricevendo numerose richieste e potrebbero verificarsi dei rallentamenti. Ti chiediamo di riprovare tra pochi minuti». La schermata sul sito resta fissa. Fino...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi