closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Sul divano di casa della famiglia Müller

Intervista. Parla lo scrittore e giornalista polacco Mariusz Szczygieł, autore del libro «Quello che non c’è» (Nottetempo), che racconta anche la vita dei proprietari della splendida villa praghese realizzata nel 1928 da Adolf Loos. «Possedevano la casa più all’avanguardia in Cecoslovacchia tra le due guerre, ma il regime comunista nel 1948 requisì l’abitazione privata insieme ai mobili e alle opere d’arte, trasformando l’edificio nella sede dell’Istituto marxista-leninista»

Con Quello che non c’è (nottetempo, pp. 254, euro 16, traduzione di Marzena Borejczuk) il giornalista e scrittore polacco Mariusz Szczygieł – molto noto nel suo paese e oggetto anche in Italia di un culto sotterraneo presso i lettori dei precedenti Gottland, Reality e Fatti il tuo paradiso – si avventura in un territorio rischioso. Dietro l’etichetta vaga del titolo, infatti, troviamo la morte, la perdita, l’assenza – temi da cui di solito si rifugge e che tuttavia, mai come in questi mesi, scopriamo essere al centro della nostra esistenza. Nelle sue «quindici storie vere» (questo il sottotitolo) Szczygieł alterna...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.