closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Sui migranti la replica tragica della speculazione sovranista

Mediterraneo. È la tetra litania salviniana che domina la scena mediatica, che corre sui telegiornali, occupa i talk show e purtroppo trova spazio al governo

Una donna migrante sulla nave Ocean Viking

Una donna migrante sulla nave Ocean Viking

Siamo alla nuova replica dell’allarme migranti. Replica tragica, perché nelle more di un problema irrisolto, anzi mai affrontato, uomini e donne continuano a cercare scampo e invece trovano morte e violenza sulla loro strada, in mare e in terra. Replica tragica, perché i migranti vengono ignorati quando annegano, diventano pericolosi quando si salvano e approdano. Ed ecco levarsi le voci della speculazione sovranista: allarme invasione, lo sbarco dei mille, prima gli italiani, chiudiamo i porti, difendiamo i confini, cabina di regia. È la tetra litania salviniana che domina la scena mediatica, che corre sui telegiornali, che occupa i talk show...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi