closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Sublimazione, nella distanza dalla madre la via al sublime

Pensiero psicoanalitico. Il soddisfacimento delle pulsioni incanalato verso mete più elevate, questo il paradigma freudiano che Giuseppe Civitarese aggiorna allo stato dell’arte: «L’ora della nascita», da Jaca Book

Richard Serra,  «Sequence», 2011 (particolare), foto Saul Rosenfield

Richard Serra, «Sequence», 2011 (particolare), foto Saul Rosenfield

A partire dagli anni Ottanta, anche in coincidenza con la pubblicazione, nel 1986, del seminario di Lacan su L’Éthique de la psychanalyse, che presentava una interpretazione innovativa della poesia dell’amor cortese, la natura e la genesi del concetto freudiano di «sublimazione», un concetto straordinariamente complesso, hanno stimolato intense discussioni, non solo nel campo degli studi psicoanalitici, spesso polarizzandosi tra chi ne convalidava il valore clinico e chi metteva l’accento sulla sua problematicità difficilmente emendabile (poco più di un anno fa il volume Sublimazione, curato per Mimesis da Vincenzo Cuomo e Eleonora De Conciliis ha proposto un utile stato dell’arte sulla...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi