closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Su Zaki rivolta contro Draghi: «Il governo non si tiri indietro»

Diritti umani. Critiche da sinistra anche sul Recovery. I dem dal premier: «Più fondi per donne e sud»

Un murales con Patrick Zaki e Giulio Regeni

Un murales con Patrick Zaki e Giulio Regeni

Il governo Draghi soffre sul fianco sinistro. Non solo sul dossier Recovery che fa infuriare un vasto fronte di associazioni (da Legambiente a Greenpeace, Wwf, Arci, Acli e Libera) per l’assenza di una adeguata partecipazione e dibattito pubblico sulle opere da realizzare. Ma anche sul delicato dossier dei diritti umani. IERI IL PREMIER HA DETTO che la cittadinanza italiana a Patrick Zaki «è un’iniziativa parlamentare, e il governo non è coinvolto al momento». Parole che - dopo l’ok del Senato alla richiesta di cittadinanza- hanno suscitato una ridda di critiche, soprattutto da Pd, M5S e sinistra, ma non solo. Persino...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi