closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Su un nastro le violenze nel carcere di Parma

Tortura. Un detenuto registra gli agenti. Il Guardasigilli Orlando chiede al Dap di inviare gli ispettori. Nella sede dei Radicali italiani presentato il film di Costanza Quatriglio «87 ore: gli ultimi giorni di Francesco Mastrogiovanni»

«Brigadiere, perché non hai fermato il tuo collega che mi stava picchiando?». «Fermarlo? Chi, a lui? No, io vengo e te ne do altre, ma siccome te le sta dando lui, non c’è bisogno che ti picchio anch’io». Come padrini e padroni, non come servitori dello Stato. «Abbiamo saputo del caso del detenuto straniero che denunciava violenze nel carcere di Parma, nel 2009. Ci informò il giudice di sorveglianza di Reggio Emilia - riferisce Francesco Maisto, presidente del Tribunale di sorveglianza di Bologna - Informammo subito il sostituto procuratore di Parma che si attivò». Dunque, tutti sapevano ciò che accadeva...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.