closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Stupro di gruppo, i militanti di Casapound negano: «Rapporto consenziente

Viterbo. Ma le immagini sugli smartphone li incastrerebbero. La giudice: «Scene raccapriccianti»

Il manifesto razzista postato sui social da Francesco Chiricozzi

Il manifesto razzista postato sui social da Francesco Chiricozzi

Adesso provano a negare, Francesco Chiricozzi e Riccardo Lecci, i due militanti di Casapound arrestati a Viterbo per violenza sessuale su una donna di 36 anni. Dal carcere della cittadina laziale i due hanno risposto alle domande del giudice sostenendo che non ci sarebbe stata alcuna violenza, la notte del 12 aprile scorso e che, anzi, si è trattato di un rapporto consensuale. Parole che non trovano riscontri nei video ritrovati negli smartphone dei due ragazzi e acquisiti agli atti dell’inchiesta. Il gip Rita Cialoni nella sua ordinanza di arresto descrive le scene come «raccapriccianti» e aggiunge che sono stati...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.