closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Struggenti dispacci da un mondo postcoloniale

SAGGI. «La civiltà del disagio» di Mohsin Hamid per Einaudi. Un pachistano ostaggio nella gabbia dell’islam fondamentalista e messo all’angolo dai pregiudizi occidentali

Un'opera di Simeen Farhat

Un'opera di Simeen Farhat

Il titolo fa il verso a un noto saggio di Sigmund Freud, ma ne sovverte il senso con lievità e un candore che predispone bene alla lettura. E se per lo psicoanalista austriaco il disagio della civiltà era il lato oscuro da mettere in luce, questo La civiltà del disagio dello scrittore pachistano Mohsin Hamid (Einaudi, pp. 197, euro 19,50) si sofferma sul fatto che in quella che ha visto il suo passaggio dalla giovinezza alla maturità è una società fondata sullo smarrimento, il disincanto, la sofferenza per identità sociali, religiose, culturali andate in frantumi. Ed è proprio sulla necessità...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.