closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Stroncature per tutti, anche per Franzen e Murakami

Express. La critica anglosassone non risparmia colpi duri neanche a scrittori e scrittrici dell'Olimpo letterario. Un'arte - quella della cattiveria nel giudizio - da noi dimenticata o poco praticata

Haruki Murakami

Haruki Murakami

Fra le mille liste e classifiche che continuano a pioverci addosso in questi ultimi giorni dell’anno (a proposito, auguri a lettrici e lettori: che il 2022 si riveli, se non generoso, almeno clemente), ce n’è una che ha il pregio non comune di farsi leggere con gusto. Con un giusto pizzico di sadismo, infatti, la rivista online Lit Hub ha messo insieme le stroncature più cattive del 2021, badando bene – e qui sta il bello – a scegliere autori solitamente trattati con grande riguardo. Prendiamo per esempio Jonathan Franzen, il cui ultimo romanzo, Crossroads, pubblicato in Italia da Einaudi,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.