closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Stretta choc sull’aborto, in Polonia è appello ai medici

Polonia. Ma da ora con un’interruzione di gravidanza per motivi terapeutici si rischiano 3 anni

Il fulmine rosso, simbolo virale della protesta contro la sentenza che bandisce l’aborto terapeutico, nelle strade di Varsavia

Il fulmine rosso, simbolo virale della protesta contro la sentenza che bandisce l’aborto terapeutico, nelle strade di Varsavia

C’è una Polonia indomita che è accorsa a Varsavia nella serata di ieri. Migliaia di persone compatte per stringersi intorno a chi dice «nie» alla messa al bando dell’aborto terapeutico. Una stretta popolare che sembra quasi una risposta alla morsa orchestrata il giorno precedente dalle forze dell’ordine di fronte alla sede del Tribunale costituzionale, organo politico e politicizzato dietro alla sentenza choc ufficializzata questa settimana. Giovedì sera circa 150 persone - tra le quali anche Marta Lempart, numero uno dello «Sciopero nazionale delle donne» (Osk) - sono state tenute in scacco per almeno 7 ore da un cordone della polizia...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi