closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Strage Viareggio in Cassazione, l’accusa spiazza i familiari: “Riprocessare Moretti”

Disastro ferroviario. Il pg Fimiani chiede di annullare la sentenza d'appello che lo ha condannato a 7 anni, e fare un nuovo processo di secondo grado all'ex ad di Rfi e del Gruppo Fs. A dir poco perplessi i familiari delle 32 vittime: "E' una doccia fredda – spiega Marco Piagentini – non ce lo aspettavamo dalla procura". E l'avvocato di parte civile Nicoletti: "Siamo disorientati. Ma bisognerà vedere cosa ne pensa la Corte".

Mauro Moretti, ex ad di Gruppo Fs e Rfi

Mauro Moretti, ex ad di Gruppo Fs e Rfi

Annullare la sentenza d'appello che lo ha condannato a 7 anni di reclusione per la strage di Viareggio, e fare un nuovo processo di secondo grado a Mauro Moretti, ex amministratore delegato di Rete Ferroviaria Italiana ed ex ad di Ferrovie dello Stato. La richiesta della pubblica accusa, rappresentata dal sostituto procuratore generale di Cassazione, Pasquale Fimiani, è un colpo basso per i familiari delle 32 vittime, e delle decine e decine di feriti che hanno riportato ustioni permanenti, in quello che è stato il disastro ferroviario più grave del dopoguerra. Quello che avviene all'apertura del processo di ultimo grado,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.