closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Storie dalla grande eresia europea dimenticata

Cinema. «Bogre» , il documentario di Fredo Valla arriva nelle sale

Scena tratta da «Bogre - La grande eresia europea»

Scena tratta da «Bogre - La grande eresia europea»

La parola bogre viene usata in lingua occitana per dire «babbeo», «bugiardo», «poveraccio», un po’ come nel francese moderno bougre. Per comprendere le ragioni di una memoria rimasta impigliata nel linguaggio, il documentario Bogre - La grande eresia europea di Fredo Valla risale la corrente dell’etimologia e ricostruisce come quell’insulto in origine volesse semplicemente dire «bulgaro». LA CONNOTAZIONE negativa, usata anche dal padre del regista che parlava occitano, nasce nel XII secolo diretta ai Catari d’Occitania e si estende nel tempo a chiunque venga percepito come diverso, inferiore. Valla intraprende quindi un viaggio dalla Bulgaria alla Turchia, dalla Francia all’Italia...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi