closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Rovesci d'Arte

“Vietati” i semi di Weiwei alla Tate

L’ultima novità sui milioni di semi di girasole sparsi a terra nella Turbine Hall della Tate Modern di Londra è che da oggi non potranno essere calpestati dal pubblico, come inizialmente previsto dall’autore. Sono stati vietati causa presunta tossicità “artistica”. Secondo la security del museo, quel tappeto di nutrimento offerto simbolicamente e ritualmente al mondo affamato dall’artista cinese Weiwei, pot

rebbe in realtà rivelarsi una trappola velenosa. Il calpestio, dicono gli esperti, produrrebbe polvere di ceramica (la materia in cui sono stati scolpiti, ognuno come un pezzo unico) considerata nociva per la respirazione. Meglio non inalarla, quindi. Ai Weiwei viene così sigillato al tocco fisico. Niente interattività con gli spettatori, solo uno sguardo è concesso al suo manto di semi.