closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Napoli centrale

Vegan non è un extraterrestre

La diversità arricchisce gli uomini, ma qualche volta anche gli animali. Così mangiare vegano, rispettando l’ambiente che ci circonda se non è una necessità, può essere un modo per abbattere barriere e pregiudizi. Un momento per spegnere l’interruttore capire che quel cibo in scatola, quegli hamburger surgelati sono parte di un sistema meccanico, e troppo spesso “ammalato” in nome del profitto. Una giornata in campagna non può cambiare le regole del gioco, ma almeno può riuscire a renderci più consapevoli dell’illogicità delle grandi catene di fast food, ipermercati o centri commerciali. Con questo spirito è nato l’appuntamento Animal party vegano, che la Fattoria Colpo di coda ha in programma per domenica 17. Un momento per promuovere le relazioni con gli animali, che si conoscono sempre meno e sopratutto è difficile incontrarli nella doro soggettività e diversità. Così dalle 11 al tramonto non ci si stancherà di sussurrare agli asini, di fissare le capre, rincorrere conigli o galline. Mentre in sinergia con Semi di Sole lo chef Gino Sansone, l’apripista dell’altra cucina a Napoli, organizzerà un pranzo rigorosamente bio e vegan. Nel pomeriggio alle 16,00 ci sarà il Laboratorio “Magicamente scientifico” organizzato da Lucia Basso del Cortiletto
Il “dottor Lavinio” con il suo camice bianco e la folta e improbabile capigliatura, presenterà ai ragazzi decine di esperimenti magicamente scientifici, che consentiranno di giocare con la scienza e imparare i principi di base.

Per saperne di più VAI SUL SITO