closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
losangelista

Vangelo secondo Metallo

Tim Lambesis

Tim Lambesis

Di tutti gli obbrobri della pop-cultura contemporanea il Christian Rock certamente spicca per sciaguratezza, specie in quella sottocategoria particolarmente efferata che e’ il “metallo cristiano”. Come i panini vegani di tofu a forma di hamburger, il rock in salsa evangelica e’ un controsenso che coopta l’ex musica ribelle e la traveste a servizio di un tradizionalismo per definzione conservatore,  un simulacro congenitamente falso, un cavallo di Troia, un espressione di sublime confusione esistenziale – e soprattutto un abominio artistico. A questa blanda e blasfema fede musicale aderiscono gli As I Lay Dying, band di San Diego, esponente di spicco del malaugurato movimento insignita addiruttura di alcune nomination Grammy per le composizioni che travisano il genere metalcore trapiantando nelle canzoni ululate e gutturali  il “positivo messaggio del vangelo”. Ora dico, ma proprio il genere degli Deicide dovevano scegliere per osannare iddio onnipotente? A questo punto vale tutto, un culto satanico che elogia Lucifero a ritmo di gospel per dire.  Gli AILD  sono il prodotto delle suburbie assolate e tediose della California meridionale, quel paesaggio replicante il cui tranquillo nichilismo non cessa di produrre abomini: clan nazisti, sette suicide, outlet autostradali e format reality sulla chirurgia plastica. La band e’ nata nei sobborghi di San Diego,  a Oceanside  dove surfisti si mescolano ai figli dei marines di Camp Pendleton e ai pensionati ed e’ qui che i membri del gruppo hanno deciso di formulare le lodi al loro signore in forma di scream e growl – perche’ quale musica puo’ meglio esprimere devozione  delle urla gutturali di metalcore riadattate a trasmettere la buona novella? Geniale davvero, l’idea dei  metallari di Cristo di adottare stile e manierismi di un genere antitetico piegandoli ai loro fini cioe’ a  un  plagio ben piu’ esplicito dei propri seguaci che non la presunta corruzione di minori di cui sono sempre tacciati i loro colleghi “malefici”. Ma a volte  apparentemente ci si puo’ far prendere la mano,  questo almeno e’ quello che sostiene la procura di San Diego che la scorsa settimana ha disposto l’arresto di Tim Lambesis, il cantante degli AILD, con l’acccusa di aver tentato di fare uccidere la moglie pagando all’uopo un agente in borghese che si era finto sicario. La coppia (con tre bambini etiopi adottati) stava attraversando un periodo di armonia meno che cristiana e la signora Lambesis aveva formalizzato una richiesta di divorzio a causa delle deformazioni professionali del marito a sua detta “emotivamente assente” e sempre piu’ assorbito da “culturisimo, tour e costosi tatuaggi”.


metallaro devoto con tatuaggi biblici

metallaro devoto con tatuaggi biblici

Michael Constantin

Army of god