closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
losangelista

Sweetness

Non rivelera’ forse segreti di stato Condoleeza Rice nella biografia famigliare Extraordinary Ordinary People che esce in questi giorni in America, ma intanto nelle interviste promozionali  ha fatto luce su  un mistero che per anni ha assillato milioni di americani e non solo: da dove diavolo e’ potuto uscire un nome come Condoleeza? I genitori della Rice, un ministro presibetriano e un’insegnante,  erano certamente coraggiosi anticonformisti che hanno spinto la figlia unica ai migliori studi ed al successo sullo fondo della Alabama razzista degli anni 60; erano anche appassionati di musica classica (la Rice infatti fu istruita da pianista) e all’atto di scegliere il nome della secondogenita come molti hanno pensato all’annotazione classica italiana come naturale fonte di ispirazione. Dopo aver scartato Allegra (e immaginiamo Andanta) hanno trovato che “con dolcezza” facesse al caso e con una lieve modifica fonetica per rendere il nome pronunciabile al loro paese hanno preso la fatidica decisione. Un nome ne converranno tutti, che ha calzato davvero a pennello la dolcissima ex segretario di stato di Bush.