closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
losangelista

Star Wars vs. Star Trek

la–ca–adv–jjabrams

Il piccolo edificio a due piani su Olympic boulevared a Santa Monica non e’ affatto apparsicente, di certo non ti aspetti che gli uffici all’interno ospitino una delle fabbriche cinetelevisive piu’ frenetiche di Hollywood. La Bad Robot e’ il mini studio di JJ Abrams, l’uomo che  per la TV ha inventato Alias e Fringe poi Alcatraz e Revolution, il regista di Super 8 e Mission Impossible 3, produttore di Cloverfield e Lost. I giornalisti che invitati ad un ricevimento della u paio di settimane fa hanno visitato lo studio dove e’ stato assemblato Star Trek- into Darkenss, il secondo film del reboot della classica serie sci-fi. Abrams ha preso in mano la “franchise” con la riverenza di un vero geek cresciuto con la passione per  ET ma anche quella “filologica” per Twilight Zone (Ai Confini dell realta’) – da cui le lettere autografe di Rod Serling appese ai muri del suo ufficio come reliquie. D’altra parte nessuno meglio di lui ha saputo metabolizzare la tradizione immaginfica del thriller-fanta e regurgitarla per il pubblico di oggi (vedasi solo l’archelogia spielberghiana di Super 8).  Nessuno quindi avrebbe forse potuto reinventare StarTrek  recuperando i personaggi dall’affettoso kitsch in cui erano scivolati riproponendoli in un’incarnazione dinamica e aggiornata per una nuova generazione. E’ la reputazione che ha indotto la Disney a rivolgersi subito a lui per resusictare la saga pop piu’ “sacrale” di tutta la fantscienza hollywoodiana dopo averne acquisito i diritti da George Lucas per alcuni fantastiliardi. Ma l’annuncio che sara’ lui a dirigere il nuovo film di Star Wars Per ha suscitato non poco scalpore fra i fedelissimi. Le fazioni di Star Trek e di Guerre Stellari infatti sono da sempre protagoniste di una rivalita’ semiseria che si gioca nelle grandi convention sci-fi nelle quali i fan indossano religiosamente i costumi dell’uno o dell’altro universo come prova di fedelta’ assoluta ai propri beniamini. Come in un impossibile vortice spaziotemporale Abrams invece le sommera’ entrambe. La cosa  intanti suscita non poca preoccupazione da parte dei trekkies che si temono l’abbandono di Kirk e Spock a favore di una lontana galassia, eppoi il tutto odora di eresia….A lui, Abrams, pero’ non basta anche sul fornte TV annuncia novta’, prima fra tutte la collaborazione con Alfonso Cuaron su una serie futurista, Believe.

Il prossimo Trek di Ambrams

Il prossimo Trek di Ambrams

LucaCelada