closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Antiviolenza

Smartphone: se lo usa lei fa notizia

Se lo usano gli uomini, tutto bene, ma se sono le donne a usarlo, diventa una distrazione dalla famiglia e dalle faccende domestiche. Che cos’è? è l’iPhone, ma soprattutto l’applicazione “What’s up” (con cui si può chattare liberamente e costantemente con i propri contatti) che in Arabia Saudita – a quello che sostiene il giornale “Al-Watan” – potrebbe per far saltare matrimoni e unioni. Le donne, quelle che se lo possono permettere e sempre seocndo il quotidiano saudita, passerebbero infatti ore e ore con l’iPhone in mano invece di badare alla casa, alla famiglia e al marito nel modo in cui competre loro, e senza preoccuparsi di far circolare all’esterno i fatti di casa propria. Nel dibattito che si è scatenato è stata interpellata anche la sociologa Amal Eyad al-Jihni che ha spiegato come questo coinvolga “impiegati sul posto di lavoro o le casalinghe”, con il rischio di “divulgare i segreti di famiglia a tutti i propri contatti”, senza contare “la frenesia esagerata con cui si inviano e si condividono immagini di ogni genere”, con il risultato di “banalizzare qualunque cosa”. Eppure anche qui la differenza di genere si fa sentire: “Un anno fa ho comprato un iPhone a mia moglie, nella speranza di appianare le tensioni che c’erano tra di noi. Poi lei ha cominciato a trascorrere lunghe ore a chattare con What’s up e questo ha aggravato ulteriormente la situazione”, dice Fahd Ben Turki in una intervista; d’altra parte anche Umm Maha, una moglie dipendente da iPhone, racconta che il marito “passava ore e ore con questo apparecchio, anche mentre guidava la macchina o facevamo la spesa al mercato. Allora ne ho comprato uno anch’io e ora sono dipendente come lui”.

Quindi se lo usa lui, va bene, se lo usa lei invece nasce il dibattito, le interviste, l’articolo sul giornale. Insomma, fa notizia.

Fonte: adnkronos/Aki