closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
losangelista

Slow (death) Food

Con l’America presumibilmente pronta a riconsegnare il congresso al partito che l’ha ficcata in due guerre inutili e innescato la piu’ grande recessione in 80 anni,  colpisce un fenomeno “collaterale” che si inserisce in qualche modo nello zeitgeist antiobamiano. Il food porn come qualcuno lo ha definito e’, forse non del tutto casualmente,  un fenomeno ai margini dell’America del Tea Party e del riflusso populista. La recrudescenza del cibo “mutante”, ipercalorico risolutamente “scorretto”, vive un momento di gloria trasgressiva nelle catene fast-food, nelle fiere di paese e nel circuito di siti feticisti specializzati. Una reazione estrema agli sforzi delle istituzioni che da qualche anno tentano faticosamente di arginare la ben nota pandemia di obesita’ e annesse patologie.  Ma i disperati tentativi di scuole, amministrazioni pubbliche e  campagne di sensibilizzare il pubblico e ricostruire e contrastare il dilagante autolesionismo alimentare e’ chiramente percepita come soverchiante correttezza politica da una popolazione che si sente assediata da una gastronomia  aliena e probabilmente antiamericana. Sentimenti radicati nel riflesso antintellettuale verso il diverso/straniero che e’ il primordiale urlo identitario dell’americano medio contro un mondo complicato che lo elude e gli impone un insalata nemica ed elitaria. Ecco allora che dal profondo americano sale come un rigurgito esofagale il backlash che brandisce la palla di burro di arachidi avvolta in bacon e fritta in pastella di donut come un vessillo a stelle e strisce  in mano a Sarah Palin. Un “assaggio”  – che esitiamo a consigliare  – si trova in questa galleria degli orrori “culinari” artigianalmente confezionati: ordigni esplosivi improvvisati pensati per massima devastazione dello sfortunato organismo che avesse a ingerirli.

  • http://it.drugsbroker.com/xenical-orlistat-prezzo.html orlistat

    Ooooo mamma miaaaaa!!! Non e’ possibile! E’ un vero pericolo. Immagino l’obesita’ e poi come perdere questo peso??? Non, non fate mai queste cose. Ma davvero, forse spedire questo foto nel qualche concorso? Cosa pensate?