closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Anziparla

«Siete uno spettacolo ignobile»

turchia

Le donne incinte di Istanbul hanno organizzato una manifestazione di protesta contro un un noto avvocato e intellettuale sufi che durante una trasmissione serale sulla rete tv  TRT ha detto che le donne in attesa che si mostrano in pubblico sono uno spettacolo “ignobile”. Accanto a loro, erano presenti anche i loro compagni con dei cuscini sotto la maglietta. Lo slogan: “il nostro corpo è nostro”. Il noto avvocato e intellettuale sufi è Omer Tugrul Inançer e queste le sue dichiarazioni: «Annunciare una gravidanza con uno squillo di trombe è contro la nostra civiltà. Non dovrebbero andarsene in giro per la strada con quelle pance. Prima di tutto è contrario all’estetica. Dopo sette o otto mesi di gravidanza le future madri possono uscire con i loro mariti in auto per prendere un po’ d’aria. Ma oggi sono tutte in televisione: è ignobile, è immorale».

Non solo, il giorno dopo ha chiarito all’agenzia Anadolu: «Ti sposi e resti incinta. Va tutto bene, ma questo non può essere un motivo per il quale te ne vai in giro roteando la pancia. Questa immagine non è estetica. Sono cose da venerare e le cose da venerare vanno trattate con rispetto». La sua teoria è inoltre che le aziende concedono permessi di maternità alle dipendenti proprio per permettere loro di restare a casa. La Direzione per gli affari religiosi, pensando di prendere le distanze ha fatto sapere in un comunicato che «nell’Islam non c’è isolamento nei confronti delle donne» e che «la maternità è un dono». Tuttavia, si legge, «le donne incinte dovrebbero prestare maggiore attenzione al loro modo di vestire, ogni donna dovrebbe farlo. Non dovrebbero indossare abiti che ne mostrino il ventre o le spalle». Su Twitter, l’hashtag è #resistpregnant.

Twitter: @glsiviero

  • Gloria Cimino

    intellettuale quello? Un celenterato al quale non farei nemmeno cambiare la sabbietta alle mie gatte!

  • alex1

    Penso la direzione per gli affari religiosi abbia ragione una volta tanto: nessuna discriminazione per le donne incinta, la maternità è un dono, si consiglia solo di vestirsi in maniera consona.

  • yanez1971

    E allora Giuliano Ferrara?