closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
FranciaEuropa

Sans papiers: yes we camp, boulevard du Temple (ma la soluzione potrebbe essere vicina)

I sans papiers, espulsi con brutalità il 24 giugno scorso da uomini del servizio d’ordine della Cgt dalla sede della Bourse du travail, che occupavano da 14 mesi, sono ancora in boulevard du Temple, vicino alla place de la République. Ma la  situazione potrebbe sbloccarsi. La Prefettura avrebbe proposto di analizzare “con benevolenza” 300 domande di permesso di soggiorno, in cambio dell’evacuazione dell’accampaento di boulevard du Temple. Sembra che il collettivo questo pomeriggio stia per accettare questa proposta.  “Sono dei casi difficili”, afferma di Prefettura, ma ora promette di essere meno rigida. Si tratta di persone che sono in Francia da anni, che hanno o hanno avuto un lavoro, che  in alcuni casihanno  anche pagato le tasse. Grazie alla solidarietà africana, quasi tutti potrebbero trovare una sistemazione migliore per abitare. Invece, fino ad oggi avevano deciso di tenere duro e di restare nell’accampamento improvvisato di boulevard du Temple, a dormire sui materassi per terra, sfidando il grande cakldo e i temporali estivi. Avevano  paura, disperdendosi, di perdere la possibilità di venire regolarizzati. Chiedono una soluzione collettiva, non decisioni caso per caso. La Prefettira ha fatto ieri la proposta di “benevolenza” per evitare, alla vigilia del week-end del 14 luglio e delle partenze generalizzate per la grandi vacanze, che si riproduca la situazione   del ’96, quando dei sans papiers, che avevano occupato la chiesa di Saint-Ambroise nel marzo di quell’anno, si erano rifugiati  in piena estate  nella chiesa di Saint-Bernard, dove avevano cominciato un lungo sciopero della fame.