closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
losangelista

Riapre il Circo Jackson

E’ partito ieri il  celebrity trial di Conrad Murray, il medico anestesista assunto da Michael Jackson come somministratore personale di sonniferi industriali e accusato di omicidio colposo in seguito ad un apparente svista nel dosaggio. Un procedimento   con tutti i crismi del processo-celebrity: accampamento stampa, cordone di polizia, diretta fiume, talk show e naturalmente piantonamento stabile del tribunale di Los Angeles da parte del plotone d’ordinanza di michael jacksonisti convinti venuti a recitare la loro parte di comprimari nell’ultimo patetico strascico di scandalo legato alla morte del loro idolo. Fra quelli che hanno preso servizio ieri mattina davanti alla superior court a downtown alcuni, ci sembra meritino una menzione per meriti speciali. Primo premio per complottistica acrobatica: il gruppo che si e’ presentato con diagrammi illustranti come la morte del cantante fosse in realta’ dovuta ad un complotto di “illuminati” di cui Murray e’ un agente (o possibilmente e’ stata la commissione trilaterale). Premio confusione: i numerosi giovani ed ex giovani presentatisi con maschere da Guy Fawkes – quelle popolarizzate dal film V per Vendetta e in seguito adottate da Anonymous, formazione di hacker militanti. La ragione? Il film sarebbe in realta’ stata una biografia “in codice” di Michael Jackson,  noto anarchico rivoluzionario (corrente rinoplastica). Premio speciale  intraprendenza imprenditoriale va al medico anestesista piazzatosi  all’entrata del tribunale con tanto di camice bianco e depliants sul gadget di suo progetto: un sensore che da l’allarme quando l’eventuale paziente-celebrita’ avesse assunto una dose eccessiva di propofol, l’anestetico che ha ucciso Jackson. Unica sua richiesta un finanziamento dai famigliari del cantante per sviluppare il prodotto. Ce ne sara’ per almeno cinque settimane.

  • Alessia

    Premetto che non sono mai stata una fan di MJ, ma che da quando è morto ho cercato di capire il personaggio e soprattuto la persona dietro di esso.
    Detto questo: mamma mia che tristezza questo articolo signor Celada! Manca la notizia VERA, mentre ci sono solo pettegolezzi e gratuita ironia. Concordo sul fatto che una parte della fan base di Jackson sia composta da fanatici imbarazzanti, ma per fortuna non sono la maggioranza, e fuori dal tribunale c’erano anche persone normalissime. Non infierisco sul livello “informativo” dell’articolo, che contiene anche alcuni spunti di verità ma che andrebbero estesi e spiegati, ma del resto questo è (mi pare di capire) solo un blog e non il sito ufficiale del giornale.
    La memoria di un uomo che, con tutti i suoi problemi, anche di dipendenza da antidolorifici, come ha ammesso lui stesso e come ha grossolanamente ricordato lei, ci ha lasciato un’eredita non solo musicale (al di là dei gusti personali), ma anche di altruismo con pochi precedenti, andrebbe trattata un pò meglio, non crede?
    Immagino abbia sentito l’audio del 10.05.2009 con la registrazione della voce di Michael sotto sedativi portata in aula dall’accusa il primo giorno del processo.
    Un superficiale potrebbe pensare “senti un pò quanto era fatto”, mentre la cosa più straziante di quell’audio è come anche in un momento di semincoscienza e vulnerabilità i suoi pensieri fissi fossero lo spettacolo meraviglioso che avrebbe voluto fare e il raccogliere soldi per un grande ospedale per bambini (che avrebbe portato il suo nome, ma che Michelino era megalomane lo sappiamo e in questo frangente è un dettaglio :-) ).
    Al medico sono state mosse accuse precise, di negligenza e non rispetto della persona: queste sono le cose che avrebbe dovuto scrivere. Si ricordi che Michael è la vittima in questo caso e sul banco degli imputati c’è Murray.
    Saluti e saluti anche a L.A.
    Alessia

  • luca celada

    Grazie del commento – questo e’ effettivamente un blog. Avendo seguito da cronista la triste vicenda Jackson trovo che a volte l’ironia sia il registro piu’ adatto ad un evento che continua a rappresentare gli eccessi della societa’ spettacolarizzata. Detto questo nessun dubbio sull’eredita’ musicale di MJ.
    LC

  • http://www.rinoplasticacosti.net Rinoplastica

    Articolo ironico ma denso di realtà, purtroppo succede anche questo la popolarità è sempre più cercata dalle persone seguendo le vie più facili senza nessun impegno…