closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
losangelista

Repressione Hollywoodiana

Cadono LA e Philadelphia e con loro se ne vanno due dei maggiori accampementi Occupy ancora resistenti di fronte alla smobilitazione forzata coordinata da molteplici citta’ (nonche’ dalle autorita’ federali,  a giudicare  dalla presenza, accanto alla polizia, di agenti della homeland security). Alla faccia di Gil Scott Heron lo sgombero di Occupy LA, non solo e’ stato trasmesso in diretta sulle news locali – almeno cinque le emittenti  collegate ieri notte dall’epicentro degli arresti con molteplici postazioni volanti – ma anche su internet via numerosi stream degli stessi manifestanti. A volte le due dirette si sono incrociate con interviste a vicenda di miltanti e telegiornalisti seguibili quindi con campo e controcampo su computer e TV in contemporanea. Il tutto ha regalato un inedito “backstage” dell’operazione mediatica e di polizia. Di tutte le immagini viste sullo schermo la piu’ “iconica” e’ stata all’inizio del raid. Mille manifestanti attenendevano da qualche ora l’inizio dell’operazione annunciata. Mentre la gente allestiva barricate di fortuna, saliva sugli alberi e si preparava alla disobbedienza sedendosi  nelle strade, colonne di  poliziotti hanno cominciato a muoversi verso il municipio dal vicino stadio di baseball, stringendo via via l’assedio il candido  grattacielo illuminato a giorno. Mentre ci si domandava da quale direzione sarebbe cominciato l’attacco d’improvviso decine poi centinaia di celerini in tenuta da robocop sono comiciati ad uscire dall’edificio stesso cogliendo i dimostranti di sopresa alle spalle. E il palazzo,  pietra miliare dell’immaginario b-movie come preda di attacchi marziani e formiche giganti, si e’ trasformato in un scintillante uovo alieno da cui sgorgava una fiumana di larve nere. Un trionfo per l’LAPD e soprattutto per l’art direction hollywoodiana.  Segnaliamo infine  qui l’ottimo lavoro dei fotografi del Los Angele Times


  • nefeli

    Forse oggi la rivoluzione può essere televised perché la televisione è cambiata. Durante le Chicago Riots o quelle proprio a Los Angeles alla fine degli anni ’60 la tv trasmetteva i primi episodi del tenente Colombo, e sappiamo tutti che immagine della città proiettava…
    Grazie di tutti i tuoi articoli preziosi per noi espatriati di ritorno.