closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Islamismo

Quando le kamikaze sono “fidanzate di Allah”

Ancora un attentato terroristico, contro i moscoviti che non hanno nulla a che vedere con la politica del loro governo e nemmeno con i loro servizi segreti. Ancora una volta i kamikaze sono donne, una caratteristica del terrorismo ceceno e dintorni. Sono solo le donne a farsi saltare per aria, ma ad innescare l’ordigno sono i maschi. Le chiamano “vedove nere” o “fidanzate di Allah”. Coloro che le reclutano usano maniere subdole: sfruttano il dolore per un marito o un fratello perso,  oppure le comprano dalle famiglie per pochi soldi o le seducono, facendole innamorare o sposandole (una donna non esiste se non è sposata in Cecenia), poi le indottrinano e infine le mandano al massacro. Quando si rendono conto alcune di loro si rifiutano ma non possono farlo, qualcuna ci ha provato ma è ancora perseguitata. Carne da macello o semplicemente “donne stupide” come le ha definite un combattente ceceno. C’è da chiedersi che società potrebbero mai costruire se personaggi del genere se andassero al potere.