closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
losangelista

Prigionieri del fuoco: i 4000 detenuti pompieri della California

Screen Shot 2016-02-29 at 19.32.36

Morire a 22 anni sulla linea di fuoco, può succedere. È accaduto a Shawna Lynn Jones colpita da un masso caduto dalla montagna sulla quale stava combattendo un rogo boschivo a notte fonda nei canyon a nord di Los Angeles. Shawna era sulla linea con i compagni di una squadra speciale del CDCR – tutti prigionieri che stanno scontando pene in numerosi istituti penali della California. Shawna in particolare, cresciuta ne lghetto di Palmdale, scontava tre anni per violazioni della condizionale relativa a infrazioni per stupefacenti; una delle decine di migliaia di detenuti per consumo o piccolo spaccio che compongono il grosso dei 110. 000 prigionieri in California, la fetta più grande della maggiore popolazione di detenuti al mondo (i 2,3 milioni di carcerati negli Stati Uniti d’America). Come più di un quarto di quei detenuti, Shwana era afro americana. Il suo caso ha riportato l’attenzione sulla pratica di usare detenuti come forza ausiliare per combattere i fuochi boschivi nello stato. 4300 “volontari” vengono pagati $1 l’ora per passare la stagione in 43 campi della forestale appositamente attrezzati, e addestrati a coadiuvare i vigili del fuoco nelle intense e pericolose battaglie contro le fiamme. Quello che stava facendo Shawna, risucchiata come migliaia di poveri ragazzi nel ipertrofico e anonimo tritacarne penale, e la cui condanna per piccoli reati ordinari si è trasformata in pena di morte.

AP_575957424636-1024x682