closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
losangelista

Oscar Docs

Exit Through the Gift Shop

Lo show degli Oscar sara; presentato da Anne Hatahaway e James Franco – due attori sulla cresta dell’onda per  mirare al target giovanile  sempre a rischio per uno spettacolo che da anni tenta senza molto successo di svecchiarsi. Intanto  l’Academy ha reso noto la short-list dei docuemntari, cioe’ i titoli dei 15 film che hanno passato la prima scrematura e da cui verra’ selezionata la cinquina finale dei candidati. Una selezione come accade ormai da diversi anni fortemente ‘politica’ e che riflette temi scottanti dell’America contemporanea. Due le biografie, di Glenn Gould e William Kunstler, avvocato delle cause radical la cui carriera attraversa la storia della sinistra americana: dal processo ai Chicago 10 a quello dei Catosnville 9, obbiettori di coscienza al Vietnam, ai prigionieri in rivolta nel carcere di Attica agli inidiani irridentisti di Wounded Knee. Un doc, Gasland, si occupa delle malefatte legate all’estrazione del metano, e due Client 9 e Inside Job dei retroscena della truffa finanziaria che ha portato al collasso economico del 2008 (entrambe con la partecipazione  centrale dell’ex governatore di New York, Elliot Spitzer). Speculari anche The Lottery e Waiting for Sueprman, quest’ultimo visto anche al festival di Roma, sulle lotterie che in America possono dare accesso alle scuole pubbliche sperimentali (“charter”), unica fuga possibile per i non facoltosi dalla catastrofe dell’istruzione pubblica. Due infine i titoli che guardano alla guerra che e’ ormai ufficialmente la piu’ lunga d’America: Tillman racconta la manifattura di un finto eroe di guerra e Restrepo segue un anno di vita in un avamposto americano sull’altipiano. Dalla lista si diferenzia per originalita’ Exit Through the Gift Shop, il pesudo-simil mockumentary dell’iconoclastico street artist Banksy – uno dei film piu’ divertenti dell’anno.