closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Poltergeist

Nuove serie in uscita

Cosa ci aspetta questo autunno? Grandi nomi e personaggi famosi davanti e dietro la telecamera. Andiamo per ordine:

mrs-doubtfire1

Robin WilliamsThe Crazy Ones. Purtroppo la co-star è Sarah Michelle Gellar, monocorde e seccante come solo lei sa essere in una serie per il resto concepita per stupire e intrattenere esattamente come solo Williams sa fare. Un misto di esilaranti smorfie e battute e di sentimentalismo strappalacrime.
Vediamo.

the-blacklist-nbc-james-spader

James SpaderThe Blacklist. Era ora che Spader tornasse a un ruolo da protagonista dopo l’avventura di Boston Legal che gli aveva procurato diversi Emmy. Qui è un pericoloso criminale che accetta di collaborare con una giovane agente dell’FBI a catturare altri criminali nella “lista nera” dei più pericolosi.
Promette bene, speriamo non ricada nel barile di pesantezza che caratterizza ultimamente tutte le serie che vogliono essere serie.

MV5BMjI5MTAyNDA3OF5BMl5BanBnXkFtZTcwMjI4MzU1OA@@._V1_SX214_

J.J. AbramsAlmost Human. Androidi e pecore elettriche in questa nuova incursione nello Sci-Fi del creatore di Lost. L’idea di base è interessante – mescolare umani a semi-umani – ma è anche rischiosa. Certo, il fatto che sia trasmesso dalla Fox, canale sensazionalistico e bombastico, non aiuta.
Chissà.

dracula-jonathan-rhys-meyers

Draculanella parte di se stesso. L’unico vero pregio che si può per ora immaginare nella serie è la presenza dell’affascinante e imprevedibilmente talentuoso Jonathan Rhys Meyers (Enrico VIII nei Tudors) e l’ideazione, che viene dal creatore del compianto Carnival, Daniel Knauf.
Speriamo che si distingua quanto possibile da Twilight.

monk-tony-shalhoub9

Tony ShalhoubWe Are Men. Finalmente l’ispettore Monk torna sul piccolo schermo con una serie però che sembra votata al fallimento. Tanto era interessante e profonda Men of a Certain Age, tanto questa nuova serie sembra essere una parata di cliché: uomini di una certa età che divorziano o sono abbandonati davanti all’altare (un tema tanto di moda che ci si domanda quale sia la percentuale in America di sposi piantati in asso il giorno del matrimonio) condividono avventure da universitari affamati di sesso e sregolatezza.
Meno male che c’è Shalhoub.

  • http://www.pasqualemisuraca.com Pasquale Misuraca

    E di CASTLE non vogliamo parlarne? Cosa mi piace (di più) di CASTLE? L’amore desiderato, sperato, sognato, dilazionato, incompiuto – tra Richard e Kate. L’amore -sabato, in mezzo a tanti amori-domenica. Recentemente ho appreso che sempre più persone trovano i funghi col satellitare. Non li cercano, li trovano. Pensano di essere Picasso (“Io non cerco, io trovo.”), e si perdono il meglio – il viaggio, la ricerca, il sabato.)

  • Paolo1984

    a me la gellar piace

  • nefeli

    Nessuno è perfetto…

  • n.s.

    Da quale di queste ti aspetti di più? The Blacklist? Sai se nella serie ci sono riferimenti anche solo velati alla più famosa delle blacklist americane, quella mccarthiana?

  • nefeli

    Ancora non si riesce a vedere il preair, tuttavia non mi aspetto riferimenti a McCarthy, piuttosto al “Silenzio degli innocenti”.