closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
losangelista

Nuoto Afroamericano

Non c’e’ molto piu’ che una tragica concomitanza di disgrazie, ma il caso dei bambini del Burkina Faso annegati nel lago di Iseo e’ in qualche modo speculare alla terribile morte di sei ragazzi i Lousiana scivolati l’uno dopo l’altro nel Red River vicino a Shreveport in Lousiana. I giovani   erano afroamericani e, pur presenti,  alcuni loro genitori non sono riusciti a soccorerli perche’ nemmeno loro  sapevano nuotare, Prendendo spunto da questa vicenda il sito BBC dedica un’inchiesta alle ragioni culturali e storiche per cui pochissimi afroamericani tutt’ora praticano il nuoto, ragione per cui i casi di annegamento di bambini dai 5-14 anni  sono tripli di quelli fra bianchi. Il retaggio di una diffidenza e scarsa dimestichezza con l’acqua e le piscine (da molte delle quali a gli afroamericani furono lungamente esclusi nel dopoguerra) tutt’ora tramandata da padri a figli. L’eccezione alla regola citato dall’articolo e’ il campione olimpico Cullen Jones (oro a Pechino nella staffetta stile libero). Sua madre lo porto’ a lezioni di nuoto dopo che quasi affogo’ all’eta’ di 5 anni.

  • http://www.lagoiseo.com Lago Iseo

    io ho visto quei bambini ..momenti che non dimenticherò mai