closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Nuvoletta rossa

Natale: dieci pezzi facili (per tacere di Gang Bang)

Bone
Jeff Smith
Bao Publishing
1344 pagine

€ 35
Secondo la bombastica definizione di «Time Magazine» è una delle dieci opere a fumetti più importanti di tutti i tempi. Difficile però far sfoggio di understatement di fronte a un fumetto che vanta dieci premi Eisner e undici premi Harvey, amatissimo dal gotha dei comics Made in Usa. La storia tenera ed epica dei cugini Bone di Boneville e della sfida per la salvezza del loro mondo è un fantasy molto sui generis che frulla insieme con grande efficacia narrativa le rotondità di Walt Kelly e Carl Barks e gli spuntoni metallici di J.R.R. Tolkien. Disponibile in due edizioni: quella economica, e la raffinatissima Phoney Bone Edition stampata in sole 110 copie da 110 euro.

Rocketeer
Dave Stevens
Saldapress
144 pagine
€ 24,50

Di tutti i super-eroi, Rocketeer è forse il più apertamente derivativo, con un frullato di precedenti concettuali che vanno dai romanzi pulp di Doc Savage e The Shadow, ai serial Republic degli Anni 30 e 40, fino all’architettura art deco streamline degli anni 30 e alle curve della leggendaria Betty Page. La storia è quella dell’incontro-scontro fra il pilota collaudatore Cliff Secord e un avveniristico zaino-jet che gli permette di librarsi nel cielo a velocità folle come un vero Nembo Kid sulle tracce della fidanzata in fuga. Il mood è molto simile a quello di «I predatori dell’arca perduta», di cui non a caso Stevens disegnò gli story-board. Due volumi, per una bella edizione ricca di schizzi preparatori e contenuti extra.

Asterios Polyp
David Mazzucchelli
Coconino Press
344 pagine
€ 29

Dieci anni di lavoro, tre premi Eisner e tre premi Harvey più il premio della giuria al festival di Angoulême: è con queste credenziali che arriva sugli scaffali il magnum opus di David Mazzucchelli. Abbandonato il fumetto mainstream che alla fine degli Anni 80 aveva rivoluzionato lavorando a quattro mani con Frank Miller, Mazzucchelli ha progressivamente piegato la grammatica di base del fumetto ad ambizioni narrative dichiaratamente joyciane. Lo dimostra questo «Asteryos Polyp», storia di un intellettuale in fuga dal proprio doppio e dal proprio mondo: una lettura sperimentale, ambiziosa, ricca di reference filosofiche e culturali, perfetta soprattutto come «conversatione piece». Per molti, ma non per tutti.

Cinquemila chilometri al secondo
Manuele Fior
Coconino Press
144 pagine
€ 17

Dopo Mattotti e Gipi, ecco un altro italiano di cui non bisogna vergognarsi andando all’estero: Cinquemila chilometri al secondo ha vinto il primo premio come Miglior Fumetto al Festival di Angoulême del 2011. Un riconoscimento conquistato con un linguaggio visivo più affine al cinema animato e alla pittura che al fumetto popolare. Autentico Bildungsroman disegnato, il volume documenta il passaggio dall’adolescenza alla maturità di tre giovani e i progressivi, inesorabili mutamenti che piagano le loro anime. Un romanzo grafico visivamente sontuoso, sottilmente inquietante, liquido come gli acquerelli che Fior stende con lucidità e autentica maestria.

Incal L’integrale
Jodorowsky & Moebius
Magic Press
308 pagine
€ 25

In edizione integrale realizzata con la supervisione del Maestro Moebius per sottrarre le tonalità pastello delle sue tavole all’oltraggio del tempo e delle infinite ristampe, ecco l’intera saga dell’Incal. Sei capitoli di divertito potere immaginifico per raccontare le gesta di John Diffool, anonimo detective di classe R che in seguito al ritrovamento fortuito di un misterioso artefatto alieno si ritrova coinvolto in una avventura picaresca fra mercenari, fanatici tecnologici, mutanti e poltici senza troppi scrupoli. Le atmosfere sono le stesse di vecchi Magazine come «Metal Hurlant», «Alter Alter» o «L’Eternauta», ma a 30 anni dall’uscita del primo capitolo il fascino di questa space opera resta sempre attuale.

A Panda piace… Essere raccolto
Giacomo Bevilacqua
Edizioni Bd
224 pagine
€ 16

Narrano le cronache che l’idea di A panda piace sia nata dalla combinazione fortuita dei dialoghi di «Il meraviglioso mondo di Amelìe» e le confidenze di un’amica sul proprio Pet del cuore: sta di fatto che il romanissimo Giacomo Bevilacqua ha distillato da tutto questo una strip comica che è passata in men che non si dica dalla Rete alla carta. Merito di un tormentone degno degli Esercizi di stile di Raymond Queneau, infinita variazione sul tema della frase “A Panda piace…”. Il sospetto, giustificato da questo «best of» che raccoglie le migliori fra le strip dedicate a questo orsetto irriverente e paraculo, è che a Panda piaccia piacere. Ma a Natale siamo tutti più buoni.

Il Mago Wiz
Brant Parker e Johnny Hart
Panini Comics
172 pagine
€ 19,90

Dagli anni 60 al 2007, anno in cui è andato a disegnare su una nuvoletta, il formidabile Johnny Hart ha legato il proprio nome ad alcune fra le property più pirotecniche del mondo delle syndicated strip. Dopo B.C., fra le più diffuse c’è sicuramente The Wizard of Id, saga pluridecennale dedicata a un tirannello bassotto, immorale e volgare e alla sua corte dei miracoli. Una striscia gustosa e prodiga di salutari graffi satirici che alla luce di 17 anni di governo da parte di un tirannello bassotto, immorale e volgare suona più fresca e attuale che mai. E che Panini, reduce dalla ristampa integrale dei Peanuts di Charles M. Schulz, inaugura con un primo volume cronologico dall’ottimo rapporto presso/qualità.

Tormenti
Furio Scarpelli
Rizzoli-Lizard
128 pagine
€ 17

Chi lo conosce lo ha apprezzato per lo humour urticante di tutte le migliori commedie all’italiana, da La Grande guerra a Straziami ma di baci saziami, da Riusciranno i nostri eroi… a C’eravamo tanto amati. Ma oltre che scrivere maledettamente bene, Furio Scarpelli è stato un ottimo disegnatore satirico, con collaborazioni a riviste come «Il travaso delle idee» e «Don Basilio». Tormenti è un romanzo a fumetti postumo, curatissimo, molto scritto e insospettabilmente attuale, che ha lo stesso respiro del grande cinema italiano: un triangolo amoroso che riunisce nello scenario corrusco della guerra civile spagnola una stiratrice diciannovenne, Lolli, e i suoi pretendenti.

Classici DC: Batman di Englehart/Rogers
Steve Englehart, Marshall Rogers
Planeta DeAgostini Comics
344 pagine
€ 22

È un Batman da non perdere quello firmato a metà degli Anni 70 dallo sceneggiatore Steve Englehart e dal penciller Marshall Rogers. Un Batman che somiglia molto a quello della recente incarnazione cinematografica firmata da Chris Nolan. O per rifarsi ai bei tempi andati, a quello originale, noir e un tantino manicheo di Bill Finger e Bob Kane. Tramontata la leggerezza camp ereditata dal serial con Adam West e Burt Ward, in questo cartonato il Cavaliere Oscuro recupera il suo fascino ruvido e vampiresco, insieme con una galleria di comprimari su cui spiccano villains come Joker e lo strizzacervelli folle Hugo Strange, e la femme fatale Silver St. Cloud, protagonista di un epocale smascheramento dell’eroe.

Attack N. 1
Chikako Urano
Jpop
326 pagine
€ 6,50

Per ogni neofita, riuscire a orientarsi nel mare magnum dei manga è una vera impresa: fra generi, personaggi e testate c’è davvero di che perdere la testa. Meglio partire dai fumetti che hanno ispirato i cartoon passati in Tv negli Anni 80. Dopo Ken il guerriero, Georgie, Le rose di Versailles alias Lady Oscar e L’uomo Tigre, ora tocca ad Attack No. 1, meglio noto come Mimì e le ragazze della pallavolo: un fumetto “shojo”, cioè “per signorine”, ma solo in apparenza: perché fra allenamenti stile Full Metal Jacket, cameratismo e fame di vittorie in questi sette volumi c’è abbastanza ciccia per qualunque macho.