closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Rovesci d'Arte

Milano boccia l’Hitler di Cattelan. Il caso infinito

 

«Se io fossi Cattelan non farei la mostra a Milano. Non ci si può far condizionare da quattro imbecilli, messi là dalla tessera di partito o dall’ignoranza di chi amministra. Io sarei andato via». Ha commentato così Oliviero Toscani, fotografo e pubblicitario milanese, finito più volte nel mirino della censura, il caso «Cattelan», che sta mettendo in fibrillazione la politica meneghina a causa del manifesto pubblicitario della sua mostra, raffigurante un Adolf Hitler in ginocchio, nell’atto di pregare. «L’arte deve offendere il decoro. Se non offende il decoro non è arte», continua poi. Le nuove polemiche sulla mostra dell’artista di Padova, che dovrebbe aprire i battenti il 24 settembre al Palazzo Reale di Milano sono state scatenate dai manifesti dell’esposizione, che raffigurano Adolf Hitler genuflesso e con le mani giunte (l’opera si chiama Him ed è datata 2001), sono stati bloccati dall’amministrazione comunale prima che finissero sulle strade. Già questa estate Cattelan era stato al centro di una querelle a causa dell’enorme fantastico!) dito medio da esporre in Piazza Affari, operazione fortemente avversata dalla Borsa italiana. Ora i manifesti con il Fuhrer hanno riacceso gli animi, anche perché il comune aveva promesso che i proventi della mostra sarebbero stati utilizzati per finanziare il Memoriale della Shoah alla Stazione Centrale

  • mirko

    e ci risiamo…si parla sempre dei” soliti” ….ma non sarà l’ennesima manovradi provocazione pilotata a “regola d’arte” per poter usufruire di una pubblicità gratuita …..troppo facile prendere Hitler,il Papa, la Madonna,denudarsi per la strada,vomitare sul Crocifisso …..
    e credere di essere “creativi”.La poesia nasce dalle cose semplici,leggete i versi di Sandro Penna o guardate l’universo attraverso le “bottiglie”di Giorgio Morandi o i personaggi di Bacon…. …..insomma chi l’ha detto che per essere artisti trasgressivi si deve per forza sputare su tutto…le “avanguardie hanno già risolto tutto…il resto è una minestra riscaldata anche se ben confezionata!!!!

  • palmiro

    sono d’accordo con mirko-sottoscrivo in pienio le sue parole.Aggiungo soltanto che Catelan dovrebbe vergognarsi,fa vergognare l’arte contempopranea …e solo operazione per fare soldi-nulla di arte… ciao

  • martino

    A me Cattelan piace. Non sono sicuro di capire tutto quanto fa, ma mi pare il piu’ comprensibile tra gli artisti cotemporanei, c’è sempre qualcosa di sarcasticoin quel che fa e mi fanno impressione i suoi detrattori per la loro talebana sicurezza.