closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Rovesci d'Arte

Mi scusi, la cultura è chiusa…

Una serrata che non ha precedenti nella storia della cultura italiana. Venerdì 12 novembre, biblioteche, musei civici, siti archeologici, teatri, chiuderanno i battenti e incroceranno le braccia per protestare contro i tagli che li soffocano e li conducono a una morte certa nel giro di un biennio. Di fronte a un ministro come Tremonti che in finanziaria non si è preoccupato di investire risorse nel patrimonio artistico, naturale e storico che produce benessere, occupazione, economia attiva e turismo, i direttori delle istituzioni più famose in Italia hanno deciso di reagire. Con una clamorosa iniziativa: “Porte chiuse, luci accese sulla cultura” è promossa da Federculture e dall’Anci, l’associazione nazionale comuni italiani, con il sostegno del Fai e sta raccogliendo un’ampia adesione da parte di amministrazioni locali di diverso orientamento politico, aziende e associazioni di settore, tutte ugualmente colpite dalla scure dell’ultima manovra varata dal governo, il dl 78/2010 convertito in legge 122/2010. La mobilitazione è quindi trasversale, percorre tutta la penisola, da piazza san Marco alla Valle dei Templi di Agrigento, e abbatte i confini delle discipline: cinema, danza, arte e musica si “negheranno” per un giorno agli spettatori nella speranza di colpire l’opinione pubblica  e di aprire un varco nel muro eretto dal governo contro “la cultura che tanto non si mangia”, come ha affermato Tremonti con una infelicissima battuta.

  • Giovanni

    Per Pompei richiesta di dimissioni al ministro Bondi. In Molise nei giorni scorsi è crollata una torre del castello di Macchiagodena (Isernia) del IX secolo: perché nessuno dell’opposizione ha chiesto le dimissioni del governatore Iorio? Perché a livello nazionale nessuno parla del campo eolico che nascerà sopra lo straordinario parco archeologico di Altilia (Campobasso), scempio determinato non dal maltempo o dall’incuria ma dall’imbecillità degli uomini?