closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Bar Condicio

M5s da primato: primo caso di eutanasia politica in Italia

Mai visto in tanti anni un movimento politico che mette in scena il proprio funerale. L’ha fatto oggi il Movimento 5 Stelle, per i cui esponenti, evidentemente, la mediatizzazione della politica conta più di ogni altra cosa. Anche di più della propria esistenza. A parte la scena macabra (in comunicazione politica evitare le immagini di morte e di malattia è regola aurea) il movimento di Casaleggio (padre e sempre di più figlio a sentire i boatos interni) e Grillo ha commesso un autogol mediatico: ha sancito la propria inutilità politica. Se l’Italia è defunta (tiè) loro, che dovevano essere i miracolosi medici, hanno fallito in pieno la loro missione salvifica, dunque non hanno più ragione di esistere. Peccato. Avranno tempo per elaborare il lutto, altri anni di legislatura (se durerà), e riflettere su un fallimento politico senza precedenti, che ha visto una forza votata da un italiano su quattro scegliere la via dell’eutanasia politica. Cin!