closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
losangelista

Le tasche della destra

Rancho Mirage, ieri

David e Charles Koch sono i piu’ ricchi finanziatori di cause conservatrici in America, principlai sponsor a suon di milioni di dollari, provenienti dal colosso petrochimico che controllano (Koch industries), del tea party ed assocazioni di destra come il Cato Institute, la Heritage Foundation e la US Chamber of Commerce; nelle ultime elezioni il comitato politico che hanno fondato, Americans for Prosperity ha promosso tra l’altro  il referendum che avrebbe azzerato le normative ecologiche in California. Ieri hanno tenuto l’annuale summit strategico nella loro megavilla di Rancho Mirage vicino Palm Springs alla presenza di notabili repubblicani fra cui il leader della maggioranza alla camera, Eric Cantor, l’ex ministro di giustizia reaganiano Ed Meese e numerosi industriali conservatori. Un incontro presidiato fuori di cancelli da alcune migliaia di manifestanti convocati  da Common Cause e Move-on e oltre formazioni progressiste per protestare il finanziamento industriale dellla destra integralista, un fenomeno favorito dal verdetto della corte suprema che l’anno scorso ha accordato alle corporation lo status di soggetti politici alla pari dei singoli cittadini. E’ una decisione che apre le porte a massicci finanziamenti, spesso occulti, di cause politiche da parte di interessi privati  (due dei giudici che hanno votato la mozione, Antonin Scalia e Clarence Thomas, sono frequentatori delle riunioni dei Koch) che avranno un ruolo determinante  nelle elezioni del 2012.