closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Rovesci d'Arte

L’arte degli addicted

Sponsor speciale è il KW Institute for Contemporary Art di Berlino e questa volta il progetto è destinato a far parlare di sé, pescando nel lato oscuro della società. Si chiama «Cold Turkey» ed è portato avanti con grande grinta da due artisti tedeschi, Benjamin Blanke (classe 1973) e Claudia Kapp (1974). Tema inedito, la tossicità: si invitano tutti gli «addicted» del mondo della cultura, dagli artisti ai curatori di musei fino ai più svariati professionisti del settore, a ricoverarsi in una stanza dell’albergo Marienbad per effettuare una serie di cure in grado di disintossicazione dalle droghe. Ogni «infermo» sarebbe seguito da una equipe medica. Garantito l’anonimato, l’offerta è – come i viaggi – valida solo per un tempo limitato: dal 1 al 30 aprile. Naturalmente, i «concorrenti» non mancano e pare ci sia già una lista lunghissima. In cambio della sua accoglienza, l’hotel richiede performance, concerti, conferenze. Il nome del progetto, «Cold Turkey» viene da una canzone del Beatle John Lennon dove si raccontava della difficile «uscita» dall’abbraccio fatale dell’eroina.