closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Antiviolenza

Lapidazione per madre e figlia

Il 10 novembre scorso, a Ghazni in Afghanistan (138 km a sud ovest di Kabul), madre e figlia sono state uccise insieme con l’accusa di adulterio, in una zona passata dal controllo delle forze internazionali a quello del governo locale. Un gruppo di uomini è andato a prelevare le due donne direttamente a casa facendo una irruzione notturna e costringendo la madre, una giovane vedova, e la figlia, a sdraiarsi per terra, e dopo averle battute sul corpo con grosse pietre, gli uomini le hanno finite con un colpo di pistola alla testa. Il tutto è avvenuto tra urla e spari a due passi dagli uffici governativi ma nessuno si è mosso e neanche i vicini si sono azzardati a uscire di casa per vedere cosa stesse succedendo. Il fatto è forse riconducibile a una fatwa lanciata dall’imam locale, nella quale si invita la popolazione a denunciare chi commette adulterio.

  • ab

    orrore orrore orrore. insopportabile.