closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
losangelista

La Vita al Tempo della Guerra: Manovre di distacco?

Cominciano le danze: Obama e il leader dei repubblicani Boehner

L’america aspetta l’annuncio di Obama sul drawdown per conoscere l’entita’ di un primo  ritiro strategico dall’Afghanistan e in base  a questo di capire di che morte potra’ morire la guerra piu’ lunga della sua storia. Fra gli interrogativi una certezza: la pianificazione del disengagement, preceduta dalla conferma da parte del ministro della difesa uscente Gates di un inizio di trattativa (inevitabile) coi Talebani, fara’ parte della strategia  elettorale del presidente. Le manovre di posizione sono cominciate a tutti gli effetti e hanno gia’ regalato il paradosso dei falchi repubblicani trasformati in colombe costituzionaliste, indignati per come il presidente si sia arrogato il diritto di condurre una nuova guerra non dichiarata in Libia, in barba al war powers act che impone l’apporvazione del congresso. Il fatto che abbiano pienamente ragione non occulta la spudoratezza dei veterani difensori di Bush e Reagan trasformatisi improvvisamente in anti interventisti, isolazionisti e pacifisti.