closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Rovesci d'Arte

La Russia pregherà sotto la Torre Eiffel?

Un grande centro spirituale russo con tanto di chiesa ortodossa a cinque cupole (che si vedranno dalla Senna) proprio sotto la Torre Eiffel e a Parigi scoppia l’inferno. Questo gigantesco progetto necessita soltanto dei permessi necessari all’avvio dei lavori di costruzione (la previsione è che sia tutto finito entro il 2014) ma i detrattori non mancano. E’ la posizione a far discutere e a sollevare interrogativi.  Affidato all’architetto  Manuel Nunez Yanowsky (padre rifugiato in Unione Sovietica e madre russa), discepolo di Ricardo Bofill, il complesso religioso ha un nemico influente: il sindaco socialista

Delanoe che,  in una lettera, ha attaccato duramente il progetto definendo quell’architettura  “mediocre” oltre che “inappropriata”. Il luogo dove dovrebbe sorgere il centro russo è infatti un sito Unesco e il primo cittadino fa sapere che non darà il suo consenso (ma il suo è un parere esclusivamente consultivo).  “Mi ha molto colpito il commento del sindaco – ha detto  Nunez Yanowsky – Mi sono ricordato del signor Georges Pompidou”. Al presidente francese non piaceva il design del museo di Piano e Rogers (Beaubourg), ma democraticamente accettò il giudizio della maggioranza. E non se ne pentì in seguito.
In particolare, il progetto ideato da  Yanowsky si estenderà per oltre 4.000 metri quadrati, 3.000 dei quali occupati da ampi giardini, nella ex sede dell’Istituto di Meteorologia di Météo France. Oltre al luogo di culto per 500 persone ci saranno un seminario, una biblioteca, una serie di abitazioni, uffici e diverse sale polifunzionali. Budget,  35 milioni di euro, finanziati principalmente dalla Chiesa ortodossa russa.

  • mgm

    compagno delanoe tieni duro!