closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Islamismo

Israele dichiara guerra a tutti i pacifisti

Non è una novità che Israele impedisca ogni attività pacifista. Ma quello che è successo questa mattina (31 maggio) con l’assalto armato alla freedom flotilla penso che superi ogni limite. L’assalto in acque internazionali e l’uccisione di numerosi pacifisti rappresenta una vera e propria dichiarazione di guerra contro tutti i paesi rappresentati sulle navi che cercavano di raggiungere Gaza con aiuti umanitari. Che cosa farà il  nostro governo, convocherà l’ambasciatore come ha fatto la Turchia oppure condannerà i pacifisti che osano opporsi all’arroganza criminale di Israele?

  • Angelo

    Visto che sono coinvolti due paesi della NATO e l’aggressione a navi CIVILI è avvenuta in acque internazionali, quali sono le misure previste in questi casi dall’alleanza atlantica ?

  • http://www.flutrackers.com Giuseppe Michieli

    Tanto per capirci, il TG1 delle 20 di ieri 30 maggio 2010 aveva questa sequenza: 1) manovrina, 2) petrolio nel Golfo del Messico, 3) UFO (sì proprio alieni!) a Napoli.

    Nel corso del TG nessun cenno alle minacce israeliane alla freedom flotilla già dalla sua partenza da Cipro e neppure informazioni sulla missione dei pacifisti. Silenzio totale.

    Questa è l’informazione, questa la politica estera, questa la società italiana…?

  • http://30secondi.wordpress.com Lorenzo Declich

    Salve,

    mi permetto di segnalare qui un mio commento sull’accaduto, senza “ridondare” con un copia-incolla…

    http://30secondi.wordpress.com/2010/05/31/la-flottiglia-dellodio/

  • Alessandro

    Non credendo alle nazioni, alle “patrie” quali entità sovrumane, quasi divine (Gott mit uns vale purtroppo per tutte la nazioni del mondo) non posso dire “Israele è uno stato terrorista” ma sicuramente devo pensare “La classe dirigente israeliana é terrorista”.
    Sono fortemente convinto che in Israele ci siano molte, forse non la maggioranza, ma molte persone sì che pensino che i loro leader politici e militici siano dei criminali.

  • Federico

    Si, e penso anche molto peggio caro giuseppe. non si tratta di pessimismi vari, si tratta di una constatazione reale della società che mi circonda da anni ormai, dal liceo fino ad ora all’univeristà..
    sinceramente ogni tentativo di provare a far qualcosa se non è stato vano è sprofondato nel vuoto dopo poco tempo..quoi faire?

  • Fiorino

    Cara Giuliana
    Non so cosa farà il governo italiano, i primi arrivi qui in Francia sono il CBSP un organizzazione religiosa integralista non pacifista e l’organizzazione turca che ha organizzato la flottiglia non è per nulla pacifista, ma un potente movimento islamico turco. La presenza inoltre di Mons. Capucci sulle navi mi sembra molto ambigua per una nave pacifista. Ma giusto per curiosità, cosa pensa di una donna turca che porta il suo figlio di un anno sulla nave? Che non possiamo giudicare con la nostra cultura? Ma allora la Turchia non è Europea? Mi scusi ma mi sembra che la sua visione sia un po’ troppo manichea.
    Saluti

  • ANTON

    Cara Giuliana,
    (perdonami presto l’asimmetrica confidenza, ma tu sei un personaggio pubblico entrato mille volte a casa mia tramite i media) ma davvero vogliamo ancora credere ai “pacifisti” a senso unico(Ong turca «Ihh», organizzazione radicale islamica fondata nel 1992 e legata al network dei Fratelli musulmani) sponsorizzati da governi (turco) democratici, laici, rispettosi delle minoranze etnicoreligiose?
    I morti non sono un opinione, of course, ma divise militari (israeliane)e bandiere nazionali esposte (turca) mostranno i veri contendenti, altro che i soliti “utili idioti” occidentali neutralisti, pacifisti, vegetariani e quant’altro. Manteniamo aperti gli occhi della mente, neutralizziamo la nostra “trave” (pregiudizi culturali, politici, religiosi, etnici).
    Pace a tutti noi.

  • Fiorino

    Aggiungo che la flotta è partita da un porto di Cipro nord sotto occupazione turca, veramente una scelta da veri pacifisti.

  • carlo

    L’occupazione di Cipro Nord a metà anni ’70 da parte dell’esercito turco con l’immediato insediamento di agricoltori provenienti dall’interno dell’Anatolia non solo è un contenzioso che per l’Unione Europea è rimasto aperto-irrisolto con la Turchia, ma riporta alla luce un principio dell’islam che vale per moderati e fondamentalisti : un territorio che è stato “musulmano” non può essere ceduto ad altre fedi.
    Ecco perchè Erdogan oggi rivendica diritti per i Palestinesi che non è affatto disposto a concedere a sua volta ai ciprioti greci.
    Temo che si stia giocando una nuova partita in MO, che non può essere interpretata con gli stilemi precedenti, che tanto abbondano in questo blog.

  • paolo1984

    Ok non erano pacifisti gandhiani nè hippies, ma questo non cambia la sostanza: I soldati israeliani hanno aggredito un’imbarcazione civile (che non rapprresentava in nessun modo una minaccia mortale) in acque internazionali. E’ un atto di pirateria puro e semplice, non mi stupisce che i soldati abbiano trovato gente armata di bastoni: agli atti di pirateria si reagisce. Non avrebbero dovuto farlo, come suggerisce l’italo-israeliana Manuela Dviri sul Fatto quotidiano di oggi l’unica cosa da fare era lasciare che quella nave portasse gli aiuti a Gaza e rompesse quell’inutile e ingiusto embargo che punisce un milione e mezzo di palestinesi innocenti. attaccandola e facendo una strage gli israeliani hanno ancora una volta fatto il gioco dei loro nemici veri e hanno probabilmente dato una mano all’islamico “moderato” Erdogan che con ogni probabilità cercava un pretesto per rompere le relazioni con Israele.
    Chi legge i miei commenti su questo blog sa che non ho alcuna simpatia per Hamas e le organizzazioni vicine ai fondamentalisti islamici , ma ne ho ancora meno per chi fomenta la loro propaganda con atti criminali e sconsiderati come quello del governo israeliano.

  • http://30secondi.wordpress.com Lorenzo Declich

    @Fiorino. Non è esatta la tua aggiunta.

    Il porto di Cipro che menzioni è solo l’ultima tappa della flotta:

    http://www.gazaflotilla.org/image/routetogaza.jpg

  • marco

    Gentile Sgrena, non so come possa chiamare “pacifisti” gli occupanti della Mavi Marmara… leggendo questa notizia: http://www.adnkronos.com/IGN/News/Esteri/MO-volevano-morire-da-martiri-3-dei-4-turchi-uccisi-su-flottiglia_483509606.html, in cui si capisce che molti occupanti erano dei fanatici religiosi e visionando questo video: http://www.youtube.com/watch?v=JaiMjAULWn0 in cui si vede che all’inizio i militari israeliani vengono attaccati appena mettono piede sulla nave e si prendo anche delle coltellate, si capisce che quella nave aveva poco di “pacifista”.
    Possiamo giudicare come vogliamo l’intervento, ma l’uso della parola “pacifista” è sbagliato, secondo il senso comune e il dizionario.

  • Fiorino

    Mi scusi Giuliana, questi della flottiglia che gridano morte agli Ebrei sono pacifisti? Il video è di Al Jazeera
    http://www.youtube.com/watch?v=b3L7OV414Kk&feature=player_embedded

  • paolo1984

    X Fiorino
    No, quelli che gridano “morte agli ebrei” non sono pacifisti, sono fanatici religiosi e politici, ma se non hanno una bomba in mano o un cinturone di esplosivo addosso non sono neanche terroristi, non rappresentano una minaccia quindi non è stato giusto assaltare quella nave in acque internazionali.
    Il risultato dell’azione israeliana è che i fanatici religiosi e politici che gridano “morte agli ebrei” avranno nuovi strumenti di propaganda.

  • Fiorino

    @ Lorenzo
    In ogni caso sono passati in una zona occupata dalla turchia illegalmente e essendo turchi si dovrebbero occupare della situazione in kurdistan prima di dare lezioni di morale a Israele.

  • alma

    Ciao Sgrena,
    Uno di loro mi ha detto che sei una “macchietta” della sinistra perchè ti scandalizzi se lapidano le donne
    Dicono che queste sono banali “sovrastrutture”
    Che ne dici ?

  • http://30secondi.wordpress.com Lorenzo Declich

    @Fiorino. Quindi tu, essendo italiano, dovresti occuparti della situazione a Rosarno prima di dare lezioni alla Turchia? Ma di che cosa stai parlando? Di tutto c’è bisogno tranne che di moralisti da 3 lire. E soprattutto di persone che ragionano con una logica di guerra e di scontro. Io non ho detto “viva la Turchia”, sottolineavo soltanto che i punti di partenza della Freedom flottiglia erano diversi da quelli da te indicati (Inghilterra, Grecia, Turchia). Ti sembra la stessa cosa?

    p.s. In quanto a zone occupate illegalmente Israele non è secondo a nessuno. Ma non è questo il punto, non so se mi sono spiegato.

  • andrea

    Mi chiedevo da dove fosse scaturita la decisione del nostro paese di non voler appurare tramite inchiesta quanto accaduto nei giorni scorsi dinnanzi la striscia di Gaza, si tratta di mera sudditanza agli Stati Uniti, di consapevolezza che anche qualora si procedesse ad un’inchiesta questa avrebbe lo stesso esito di quella riguardante l’uso del fosforo bianco in particolare quello gettato sulle scuole dell’Onu durante l’operazione “piombo fuso”, o si é difronte all’ennesimo episodio in cui pur di non esser tacciati di antisemitismo o peggio d’esser fautore di recrudiscenze nazziste, si evita di muoverr la minima critica all’operato di Israele? In altri termini è possibile aver senso critico in uno stato democratico come si professa il nostro e formar un’opinione propria dissonante col suddetto Stato senza per questo volerne negar la tragedia occorsagli? Ho deciso di scriverle perchè vivendo in un quartiere con una massiva presenza ebraica, mi capita spesso di assistere a manifestazioni di arroganza per non dire prepotenza da parte di esponenti di suddetta religione che non ho remore a definire un enclave, non ultimo l’episodio veraficatosi poche ore fa in cui alcuni soldati preposti alla sorveglianza del rabbino di zona venivano redarguiti da quello che ufficialmente sembrerebbe svolgere attiva commerciale quando è palese che i suoi compiti all’interno di questa comunità sono di tutt’altra natura quantomeno politici. L’ultima domanda che mi pongo è se suddetti soldati siano alle dipendenze del nostro governo o per così dire rispondano direttamente alla comunità ebraica perche visto il trattamento risevatogli il dubbio è più che lecito.

  • Fiorino

    @ paolo1984
    Sicuramente se continuano ad essere presentati e difesi come gentili pacifisti avranno altri strumenti di propaganda. Mi domando come persone che si facciano passare per antirazziste qui in Italia si infilino con detereminata gente. Veramente un mistero.

  • giuliana

    @ alma, loro chi?
    giuliana

  • paolo1984

    X Fiorino
    io non li ho presentati come gentili pacifisti, ma se non hai una bomba in mano o una cintura esplosiva addosso non sei nemmeno un terrorista e non rappresenti una minaccia tale da giustificare l’assalto di una nave civile in acque internazionali.
    l’indulgenza di certa sinistra estrema nei confronti dell’Islam fondamentalista in nome di un malinteso antimperialismo è sicuramente grave, ma non cambia il fatto che il blocco di gaza attuato da israele, illegale e inutile non solo punisce collettivamente una popolazione, ma favorisce l’autorità e la propaganda di Hamas, in questo senso governo israeliano e Hamas sono alleati oggettivi.
    detto questo, l’identificazione che certa sinistra fa fra Islam e lotta contro l’imperialismo USA è errata: l’imperialismo USA è stato il miglior alleato dell’Islam contro i comunisti in Afghanistan (e non parlo solo dei soldati sovietici, ma dei progressisti afghani che prima dell’invasione russa avevano già preso il potere e iniziato un pogramma di riforme laiche e socialiste).
    L’attuale forza del fondamentalismo islamico è logica conseguenza della sconfitta dei progressisti nel mondo islamico, sconfitta anche dovuta al fatto che durante la guerra fredda gli USA hanno sostenuto i loro avversari in funzione anti-comunista.

  • Lina

    Per la seconda volta provo a riproporre un mio pensiero che – insiegabilmente – è stato respinto dall sig.ra G. Sgrena.

    Rispondendo a Paolo 1984 facevo osservare che i ragionamenti della, da lui citata, sig.ra Dviri nel suo post n° 10 , non vanno presi sempre come oro colato.
    E’ noto che la signora sostenne , nelle forme polticamente lecite, il ritiro dell’esercito israeliano dal nord Libano, convinta che questo sarebbe bastato a far cessare ogni belligeranza sul quel fronte.
    Non è andata così.
    Hetzbollah non ha smesso di attaccare, sebbene non esista più un reale contenzioso territoriale.
    Lo stesso accade a Gaza.
    Dopo il ritiro, voluto da Sharon, non sono cessati gli attacchi verso le città oltre confine ( che poi è quello del 1967).
    Forse sarebbe il caso di ricordarlo, quando si esige la pace solo rivolgendosi a Israele.
    Lina

  • paolo1984

    X lina
    Hezbollah non smette di attaccare pèerchè continua a strumentalizzare la causa palestinese come fanno i fondamentalsti islamici di tutto il mondo.
    Io non prendo per oro colato i ragionamenti di nessuno. Mi pare che in questa circostanza Manuela Dviri abbia ragione. Tutto qua.
    Quanto al ritiro da Gaza nel 2005, quello fu un atto unilaterale che indebolì ulteriormente la leadership palestimese laica di Al Fatah a tutto vantaggio di Hamas. Poi oggi quel ritiro oggi è sostanzialmente reso nullo dal blocco economico, un blocco che ha ulteriormente rafforzato l’autorità di Hamas a Gaza e la sua propaganda.

  • marco ferra

    Gentile Sgrena,
    la sua faziosità, il suo livore anti-israeliano, si manifesta nel suo incipit: “Non è una novità che Israele impedisca ogni attività pacifista.”, questo è disonestà intellettuale. Israele è una democrazia, ed è l’unico stato nel medio-oriente che garantisce libertà di espressione. Oggi Repubblica riporta: “alcune migliaia di pacifisti israeliani hanno manifestato a Tel Aviv contro il governo per gli attacchi lanciati in acque internazionali contro la “Rachel Corrie” e le altre navi della “Freedom flotilla”. Il corteo, guidato due deputati comunisti, Muhammad Barakeh e Dov Khenin, è partito da Rabin Square e si è concluso davanti al museo”.
    Provi ad andare a Gaza a manifestare contro Hamas… si ritroverebbe sottoterra, così come tanti fratelli di Fatah…
    La prego di fare un giornalismo di migliore qualità.

  • Fiorino

    @ Lorenzo Declich
    Stai paragonando Rosarno a l’oppressione del popolo curdo e all’occupazione illegale di Cipro? Poi io non do lezione di morale a nessuno, mi da solo fastidio questo accanimento contro Israele che non vedo nei confronti di altri paesi che opprimono e uccidono. Punto.

  • Fiorino

    @ andrea
    Potresti specificare di quale quartiere stai parlando visto che in Italia gli ebrei sono solo 30.000, quindi parlare di massiccia presenza ebraica mi sembra alquanto fuori luogo? In ogni caso il tuo commento mostra bene come dietro alla critica di Israele si nasconde l’odio nei confronti della comunità ebraica.

  • lina

    @Paolo -post 23 –
    Il ritiro israeliano da Gaza fu lungo e non doveva certo sorprendere l’ANP.
    Aveva tutto il tempo per prepararsi.

    Il fatto è che da sempre esiste una forte corruzione dentro quel gruppo, la quale tende a scaricare su Israele tutte le sue inefficienze e nefandezze.
    Ricordo ancora incredula che il cemento per costruire il muro di separazione arrivava dall’Egitto, comperato da uomini d’affari palestinesi, che lo potevano acquistare a basso costo (proprio perchè palestinesi) e lo rivendevano al governo di Tel Aviv.
    Anche l’Egitto ha chiuso la sua frontiera a Gaza.
    Accusare solo Tel Aviv per il blocco è puro strabismo. O anti-semitismo !

    Hamas ha creato a Gaza condizioni di vita non molto diverse da quelle del Nord Corea.
    La prossima volta che si vorrà scendere in piazza a favore di Gaza, forse dovremmo ricordarci di Pionyang e valutare se saremmo disposte a manifestare per quel Governo.

  • giuliana

    @ lina, io sono una che manifesta a favore di tutti i diritti umani ma è malafede nascondersi contro altre nefandezze per evitare di condannare la politica e le azioni del governo israeliano, anche in Israele hanno manifestato contro. E non scherziamo con l’antisemitismo, anche i palestinesi sono semiti.
    g.

  • paolo1984

    X lina
    ti risulta che io abbia difesomil governo egiziano o la corruzione interna all’ANP?

  • marco ferra

    Gentile Sgrena,
    la sua faziosità, il suo livore anti-israeliano, si manifesta nel suo incipit: “Non è una novità che Israele impedisca ogni attività pacifista.”, questo è disonestà intellettuale. Israele è una democrazia, ed è l’unico stato nel medio-oriente che garantisce libertà di espressione. Ad esempio Repubblica riportava: “alcune migliaia di pacifisti israeliani hanno manifestato a Tel Aviv contro il governo per gli attacchi lanciati in acque internazionali contro la “Rachel Corrie” e le altre navi della “Freedom flotilla”. Il corteo, guidato due deputati comunisti, Muhammad Barakeh e Dov Khenin, è partito da Rabin Square e si è concluso davanti al museo”.
    Provi ad andare a Gaza a manifestare contro Hamas… si ritroverebbe sottoterra, così come tanti loro “fratelli palestinesi” di Fatah…

  • marco ferra

    Gentile Sgrena,
    perché non mi pubblica questo post? Censura?
    Grazie, cordiali saluti,
    Marco
    p.s. Ho visto le foto che avete pubblicato sul manifesto della manifestazione a favore dei palestinesi… Israele scritto con le S delle SS, paragoni con il nazismo… vi rendete conto di cosa state affermando?

    Gentile Sgrena,
    la sua faziosità, il suo livore anti-israeliano, si manifesta nel suo incipit: “Non è una novità che Israele impedisca ogni attività pacifista.”, questo è disonestà intellettuale. Israele è una democrazia, ed è l’unico stato nel medio-oriente che garantisce libertà di espressione. Oggi Repubblica riporta: “alcune migliaia di pacifisti israeliani hanno manifestato a Tel Aviv contro il governo per gli attacchi lanciati in acque internazionali contro la “Rachel Corrie” e le altre navi della “Freedom flotilla”. Il corteo, guidato due deputati comunisti, Muhammad Barakeh e Dov Khenin, è partito da Rabin Square e si è concluso davanti al museo”.
    Provi ad andare a Gaza a manifestare contro Hamas… si ritroverebbe sottoterra, così come tanti fratelli di Fatah…
    La prego di fare un giornalismo di migliore qualità.

  • giuliana

    @a marco come dovrebbe sapere quando si parla di Israele si parla del governo e non dei pacifisti israeliani g.