closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
losangelista

Iperinformazione

Uno studio dell’Annenberg School of Communication della USC anticipato sul sito Science Express ha calcolato il volume complessivo dell’informazione scambiata e conservata sul pianeta analizzando 60 tecnologie analogiche e digitali dal 1986 al 2007. I risultati sono stati prevedibilmente astronomici: in quel periodo la potenza di calcolo dei computer e’ cresciuta del 58% all’anno. Il 2002 e’ stato l’anno in cui le “memoria” digitale ha superato quella analogica. L’attuale complessiva capienza di memoria planetaria ammonterebbe a 295 exabyte – un numero contenente 20 zero. Nel 2007 sono stati trasmessi 1,9 zettabyte (un triliardo di byte) di informazioni, equivalente a quella contenuta in 174 giornali ogni giorno per ogni abitante della terra. Poi dice che c’e’ la crisi del giornalismo.