closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
FranciaEuropa

Inchiesta di Bruxelles contro i tre giganti dell’acqua privata

La Commissione europea ha aperto una procedura d’inchiesta sul mercato dell’acqua francese, dove dominano tre grandi società private, Veolia e Suez nelle città, Saur nelle zone rurali. Bruxelles, che ha realizzato un’ispezione a sorpresa nel 2010, sospetta delle intese tra i tre grandi distributori privati, che avrebbero portato a un abuso di posizione dominante, in particolare sui “prezzi al consumatore finale”. Veaolia, Suez e Saur si sarebbero messe d’accordo per coordinare i loro comportamenti – e i prezzi – sui mercati del servizio di distribuzione dell’acqua potabile. Le associazioni di difesa dei consumatori e che combattono per l’acqua come bene comune hanno espresso soddisfazione per l’inchiesta, auspicando che porti un po’ di trasparenza in questo settore, dove domina la rendita economica di tre gruppi oligopolisti. In Borsa, le azioni delle tre società hanno perso ieri, dopo l’annuncio dell’apertura dell’inchiesta.

La Francia è alla punta dell’acqua privata, con Suez e Veolia che si espandono a livello internazionale.  Ma di fronte all’impennata dei prezzi e agli abusi del semi-monopolio, è in corso un movimento contrario. Molti comuni stanno rimunicipalizzando i servizi di distribuzione dell’acqua potabile. Tra questi c’è  Parigi, che nel 2010 ha messo fine a 25 anni di acqua privata.