closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
losangelista

Impronte Molecolari

url

Dopo la sentenza della corte suprema USA la polizia avra’ il diritto di prelevare un campione di DNA da qualunque individuo arrestato e raffrontarlo con una banca dati per possibili riscontri criminali – senza bisogno di un mandato emesso da un magistrato. E’ passata la linea di maggioranza (contro un insolita colazione di gudici liberali e l’ultraconservatore Scalia) per cui la procedura equivale al controllo delle impronte digitali di un pregiudicato. E da un punto di vista puramete trecnico potrebbe anche starci; ma l’invasivita’ fisiologica della procedura alza il tiro dell’indagine su livelli ad oggi sconosciuti e concretizza lo spettro di una polizia “fantascientifica” con accesso ai nostri dati piu’ intimi, quelli molecolari. D’altro canto nell’eta’ del full access delle aziende ai nostri dati personali questa e’ la nuova norma: il mondo delle telecamere di sorveglianza, l’ispezione biometrica delle iridi agli aeroporti e l’acquisizione dei dati GPS del vostro telefonino.