closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
losangelista

Il Giustiziere Impentitente di Corani

il pastore Jones con libro ingnifugo

Ha evidentemnte insospettate riserve di ironia il reverendo Terry Jones, il famigerato castigatore di corani della Florida, come avrebbe potuto altrimenti intitolare la propria parrocchia di evangelici apocalittici alla colomba. Gia’ in occasione dell’ultimo anniversario dell’11 settembre aveva annunciato un rogo di sacri libri mussulmani da cui era stato solo  dissuaso in extremis dall’intervento del dipartimento di stato. Il 20 marzo pero’ ha convocato una cinquantina di fedeli e ha inscenato un finto tribunale presieduto da lui stesso in toga da giudice e dopo un simil-proceso ha trovato “colpevole”  il corano di crimini contro l’umanita’.

fiamma della giustizia

Il libro e’ stato poi condannato  e “giustiziato” seduta stante mediante irroramento di kerosene e fiammifero. E’ tutto documentato con tanto di video nel blog della congregazione Doveworld dove il reverendo spiega anche che la modalita’ dell’esecuzione era stata scelta mediante sondaggio online dei fedeli; fra le altre opzioni – lo “stracciamento” e il plotone di esecuzione. Ieri Jones, che ama lamnentare con malcelata invidia quanto i “fanatici  musulmani siano piu’ volenterosi e meglio orgnizzati dei nostri”, ha respinto ogni responsabilita’ per la dozzina di morti, compresi 7 impiegati delle nazioni unite, nelle rappresaglie mussulmane che il suo gesto hanno provocato nella cittta’ afghana di  Mazar-i-Sharif. “Ve l’avevo detto che sono dei violenti” ha spiegato, “bisogna alzare il tiro”.

dal catalogo dei souvenirs