closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
losangelista

Il Dio di Sundance


Per i frequentatori del festival, tutti compresi del glamour montano-hollywoodiano che pervade Park City, e’ facile a volte dimenticare che Sundance avine pur sempre in Utah, la location del western redfordiano Corvo Rosso non avrai il mio scalpo, sede dell’istituto di Redford ma anche lo stato fondato dalla “diaspora” mormone a meta’ ottocento.  Serve a spiegare perche’ alla radio qui ieri passasse un dibattito sulle ennesime riforme alle liquor laws, una vera ossessione per questa ex quasi-teocrazia fondata sui precetti del libro di Mormon fra cui (oltre alla poligamia) anche la temperanza e dove paradossalmente lo stato detiene il monoplio degli spacci di alcol –presumibilmente per controllarne meglio il commercio, combattendone allo stesso tempo la diffusione. Nella fattispecie si parla ora di sostituire la “cortina di zion”, la tenda con cui bar e ristoranti sono tenuti a nascondere la preperazione dei drinks dalla vista degli avventori, con un “muro di zion” protezione presumibilmente piu’ solida dalla traviatura della bottiglia.  Non e’ del tutto fuori luogo dunque la vena religiosa  di Sundance quest’anno. Non che religione e fanatismo non siano parte integrante dell’esperienza americana dallo sbarco dei pellegrini ai deliri pseudo-religiosi dello sparatore di Tucson. Ma il numero di film che trattano questo tema in cartellone quest’anno e’ tale che potrebbero avere una sezione a se. La religione, la fede, le sette religiose compaiono nei film piu’ disparati dall’horror metaforico Red State di Kevin Smith, alla memoria evangelica Higher Ground, esordio di regia di Vera Farmiga, a Salvation Mountain farsa di George Ratliff  su un telepredicatore improbabilmente interpretato da Pierce Brosnan, al bel Martha Marcy Mae Marlene di Sean Durkin che verosimilmente lancera’ la giovane interprete Elizabeth Olsen verso un oscar l’anno prossimo. Perfino l’unico film italiano programmato quest’anno, i Baci Mai Dati, verte attorno alla madonna.