closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Napoli centrale

I contadini delle Cordigliere nel centro storico

 

Jaime Belen Copa è la vicepresidente di Anapqui la più grande associazione boliviana di piccoli produttori di quinoa che si occupa del commercio equo da oltre 20 anni. Si tratta di una cooperativa di circa 1500 contadini indu che coltivano questa pianta a ridosso delle catene montuose delle Cordigliere, ad un altezza di 3500 metri. Lo fanno in maniera tradizionale e nonostante la quinoa originaria delle Ande non abbia più un mercato nell’area perché è stata sostituita dal grano a basso costo. Così la comunità si è organizzata ritagliandosi un proprio spicchio di commercio, ed è stata una piccola rivoluzione per questa comunità principalmente analfabeta che pratica un’economia di sussistenza nell’area considerata la più povera dell’America Latina.

Di tutto questo e molto altro verrà a parlare Jaime Belen Copa in un incontro il 12 maggio alla Città del sole a Napoli ( in vico Maffei 18, S. Gregorio Armeno, alle ore 18). Si discuterà dunque di “Speculazioni finanziarie, economie virtuali e modelli alternativi, con Enrico Avitabile della Coop. ‘E Pappeci – Bottega del mondo ed un rappresentante di Slow Food – condotta di Napoli. Introduce e modera Guido Pelosi.

Un’iniziativa che come spiegano gli organizzatori è partita su scala nazionale “per divulgare la pratice del commercio equo e solidale sulla sostenibilità non solo economica, ma anche sociale e ambientale, come modello economico alternativo attraverso il quale ripensare il sistema vigente oggi più che mai in profonda crisi. IO.EQUO si rivolge ai cittadini italiani, che come dimostrano numerose ricerche (Eurisko), nonostante la congiuntura negativa stanno orientando i loro consumi in modo sempre più responsabile e attento”.

 

 

  • brian

    Interessante! Sono contento che dopo tanta sofferensa e difficolta’ questa comunita’ abbia deciso di venire allo scoperto e organizzarsi definitivamente.
    centro studi marpa