closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
FranciaEuropa

Hollande rappresentante di Airbus

La firma del più grosso contratto della storia per Airbus è stata fatta all’Eliseo, tra Fabrice Brégier, presidente di Airbus e Rusdi Kirana, ad di Lion Air, sotto gli occhi del presidente Hollande. La compagnia low cost indonesiana Lion Air compra 230 A320, per 24 miliardi di dollari (18,5 miliardi di euro). Hollande, che è in difficoltà nei sondaggi e deve combattere una disoccupazione che supera ormai i 3 milioni, è saltato sull’occasione di una delle pochissime buone notizie economiche del momento, per celebrare “un contratto esemplare del successo della filiera aeronautica”. Il presidente francese intende presentare Airbus come il modello per l’industria europea. Il contratto con Lion Air rappresenta 5mila posti di lavoro in Francia nei prossimi dieci anni: Airbus aveva già assunto 2mila persone nel 2012 e prevede assunzioni per altre 3mila quest’anno. Si tratta davvero di un “contratto storico” di tutta la storia dell’industria aeronautica. Per Airbus è un vero successo, che arriva dopo la firma di un contratto con Turkish Airlines, tre giorni fa, per la vendita di 117 A320 e quella di 120 altri aerei ordinati dalla Lufthansa tre mesi fa. Lion Air, che utilizza la sua flotta aerea come degli autobus per trasportare le persone tra un’isola e un’altra in Indonesia, ha scelto la versione più moderna dell’A320, la Neo, che è anche la più economa in carburante.

-Lo stato francese ha una partecipazione del 12% in Eads, la casa madre di Airbus. Stessa percentuale per la Germania. La Spagna controlla il 4%.

-Lion Air è sulla lista nera della Ue che elenca le compagnie pericolose, che i cittadini Ue sono fortemente sconsigliati di prendere.